Un tuffo nella Storia Balneare

Già gli Egiziani consigliavano l’uso dell’acqua di mare per curare e detergere piaghe e per il potere terapeutico del bagno marino; Euripide (480-406 a.C.) ammalatosi appunto in Egitto fu curato con bagni freddi di acqua di mare e scrisse: “il mare guarisce le malattie degli uomini”.

Greci e Romani amavano abbronzarsi: questi ultimi edificarono ville sulle spiagge del Tirreno, dell’Adriatico e perfino del Mare del Nord e consigliavano l’uso dell’acqua di mare per le sue molteplici attività terapeutiche (Celso Aulo Cornelio, Plinio, Seneca) o per conservare la bellezza del corpo: tale era lo scopo del bagno marino per Cleopatra. Plinio il Vecchio (23-79 d.C.) scriveva: i bagni di mare eccitano e sviluppano il corpo.
Il Cristianesimo e la caduta dell’Impero segnano la fine dei grandi Miti e vedono l’uomo rientrare in un oscuro falso pudore che gli fa abbandonare ogni pratica favorente l’esposizione del nudo, l’igiene corporea, la ginnastica e le stesse cure termali.
Sembra che la prima “Casa di salute termale marina” sia sorta a Dieppe nel 1778 e il primo “Ospizio Marino per bambini” a Magrate, in Gran Bretagna, nel 1791 forse l’unico fino al 1842 allorché ne fu costruito un altro, il primo in Italia, a Viareggio.

La talassoterapia cure salsoiodiche elioterapiche psammatoterapia

Il protagonista assoluto dell’estate? Per molti, anzi per moltissimi (considerata l’affluenza nelle spiagge) è sicuramente il mare. E per mare non s’intende solo il binomio sole-tintarella, ma anche e, soprattutto, l’acqua. «L’acqua di mare ha le stesse caratteristiche e proprietà dell’acqua termale salsobromoiodica, benefica per la bellezza, ma anche per la salute della pelle e dell’apparato osteo-muscolare», spiega il dottor Massimo De Bellis, specialista in idrologia medica e docente dell’Associazione italiana di omotossicologia a Milano,, «ma, in più, ha una concentrazione ottimale di sali, 35 per mille, e vanta un’importante presenza di microfauna acquatica, di plancton, alghe».Forse non tutti lo sanno, ma per la talassoterapia, ossia la cura combinata di acqua, sole, aria e clima marini, i bagni di mare costituiscono una vera e propria terapia naturale. «I bagni in acqua di mare esercitano i loro effetti per una serie di fattori, in particolare per i componenti dell’acqua, per la temperatura e il movimento ondoso che si somma a quello compiuto dal bagnante.

Vicino a Viareggio

Una lingua di costa lineare che si estende per una ventina di chilometri, racchiudendo le colline coltivate a ulivo e vite, l’area lacustre di Massaciuccoli, le cime delle Apuane, e la presenza di siti archeologici, pievi romaniche, borghi medievali, fortezze e castelli, testimoniano la lunga storia di questo territorio abitato fin dal Neolitico. In estate si danno appuntamento scrittori, artisti, uomini di spettacolo e un gran numero di appassionati del patrimonio culturale.In inverno manifestazioni culturali letterarie e cinematografiche richiamano qui specialisti e curiosi. Straordinario territorio in cui sono disseminate fortezze, borghi e torri costiere, testimonianze di un passato che disegnò storicamente le principali città:Forte dei Marmi, Pietrasanta e Viareggio sulla linea di costa, Massarosa nei pressi del lago di Massaciuccoli, Camaiore sulle colline, Stazzema e Seravezza nell’alta Versilia, ed infine i comuni a cui fanno da corollario una serie di centri minori che possono vantare bellezze naturali straordinarie e una storia ricca di avvenimenti.